La belote è un gioco molto popolare in tutta Europa. In Italia viene praticato solo nelle regioni di confine e la sua scarsa diffusione nel nostro paese e forse dovuta alla confusa gerarchia delle carte che lo rende un gioco abbastanza complicato. Con questa guida potrai impararne l’esecuzione.

Per prima cosa dovrai comporre il mazzo, quindi togli le carte dal due al sei compresi i due jolly, in modo che le carte siano trentadue. A questo punto, dovrai distribuire sei carte coperte a ciascun giocatore, che dovranno essere minimo due e massimo quattro, e dalle a tre a tre. Poi scoprine una sul tavolo, che sarà la briscola, e poni il tallone di traverso sulla carta esposta.

Ora, una volta che il giocatore di mano o tu, per esempio se sei mazziere, hanno confermato la briscola e distribuite le carte, il tallone non dovrai più utilizzarlo, eccetto l’ultima carta che tu mazziere dovrai scoprire e serve come un’indicazione supplementare, restano altre dodici carte sconosciute. Inoltre, chi ha il sette di briscola lo scambia con la briscola.

A questo punto, si mostrano le combinazioni, prima i quartetti e chi ha quello di maggior valore si segna i punti corrispondenti e poi quelle delle sequenze. Se nessuno ha dei quartetti, dovrai guardare le sequenze e dovrà segnare i punti chi ha le sequenze di maggior valore, per esempio cinque carte in scala dello stesso seme è maggiore di quattro dello stesso seme.

A questo punto, tra sequenze dello stesso valore, vince quella del seme di briscola e se non c’è quella di briscola, vale quella del giocatore di mano. A segnare i punti è quindi un solo giocatore. Solo la belote viene assegnata a chi ne è in possesso, che non deve annunciarla prima di giocare la carta, ma quando si gioca il re di briscola si dovrà dire belote, quando gioca poi la donna si dice rebelote.

A questo punto, se tu dovessi avere una carta del seme della carta giocata, la devi prendere con questa o con una briscola. Ora se tu o un altro giocatore avete confermato la briscola provvisoria, dovrete fare più punti dell’avversario, se non ci si riesce, l’altro giocatore si segnerà i punti di tutti e due. Infine, il giocatore che fa l’ultima presa, si segna dieci punti, chi fa cappotto, cioè tutte le prese, guadagna cento punti, ma non i dieci dell’ultima presa. La partita finisce a cinquecento punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *