Avete speso una follia per arredare il vostro salotto con dei bellissimi mobili in legno pregiato?

Per preservare la bellezza di un mobile nel tempo è bene sapere come procedere periodicamente alla sua pulizia e la sua conservazione. I prodotti e le modalità da seguire per la manutenzione del legno variano a seconda che si tratti di un legno naturale o verniciato: il legno verniciato è più resistente all’umidità e alle macchie mentre il legno naturale è per sua natura più delicato e deve essere nutrito ed impermeabilizzato per evitare di macchiarsi indelebilmente o di venire danneggiato dall’umidità.

Vediamo in questa guida alcune modalità che vi consentiranno di mantenere i vostri mobili inalterati nel tempo.

Ricordatevi di utilizzare sempre un panno leggermente inumidito per spolverare.Come pulire un mobile in legno
Evitate di utilizzare prodotti aggressivi che potrebbero danneggiare lo smalto del mobile: la cera servirà per rendere il mobile lucido e brillante; se invece il mobile è stato intaccato da macchie di piccola entità, utilizzate un prodotto multiuso – acquistabile in qualunque supermercato – che elimini lo sporco di tutti i giorni.
Se sulla superficie del legno sono presenti dei graffi, camuffateli stendendovi all’interno della cera d’api e strofinate poi il legno con uno straccio pulito e morbido.

Il legno naturale deve essere nutrito in profondità con cere spray che ne esaltino la naturale lucentezza. Risulta essere possibile usare anche prodotti specifici per legno che idratano le fibre lasciando la superficie luminosa e dall’aspetto curato.
Per spolverare questo tipo di legno, è bene utilizzare sempre e solo un panno asciutto.

Per liberarsi dei tarli che minacciano di nidificare nel legno massello, è consigliabile stendere dei prodotti antitarlo all’interno e nella parte inferiore del mobile. Cercate di compiere questa operazione almeno un paio di volte all’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *