L’estate, si sa, è la stagione in cui abbondano i bagni al mare e in piscina e lunghe esposizioni al sole. Sole, mare, piscina e vento sono acerrimi nemici della bellezza e della salute dei nostri capelli. Infatti, ove non adeguatamente protetta contro le aggressioni di tutti questi agenti, la nostra bella chioma rischia di indebolirsi e di apparire spenta, secca e sfibrata. Il rischio di vedere danneggiati i propri capelli è si riduce drasticamente seguendo le regole che vi elenchiamo qui di seguito.

I raggi UVA e UVB rendono i capelli secchi e sfibrati, oltre a sbiadire ed opacizzarne il colore. E’ bene, ancora prima del periodo di esposizione al sole, iniziare ad utilizzare shampoo e balsami che includano nella loro formula una protezione solare contro i raggi UV.
In estate, cercate di limitare il più possibile l’utilizzo di piastre stiranti e del phon. Se proprio dovete usare il phon, impostatelo su basse temperature per evitare di seccare o di indebolire ulteriormente i capelli.

Applicate una maschera ristrutturante sui capelli almeno una volta alla settimana per 3/5 minuti cercando di evitare le radici.
Durante l’esposizione al sole proteggete sempre i capelli con spray protettivi o con olio di mandorle, di jojoba o di karitè. Abbiate inoltre cura di evitare un’esposizione diretta ai raggi UV utilizzando un copricapo, specialmente nelle ore più calde della giornata. Infatti l’esposizione al sole nelle ore più calde (dall’una alle tre di pomeriggio) rischia non solo di farvi venire una brutta insolazione, ma anche di danneggiare i componenti principali del capello, rendendoli opachi, fragili e squamosi.
Dopo una nuotata al mare, cercate sempre di sciacquarvi i capelli con acqua fresca per evitare che il sale faccia da “lente”, attirando i dannosi raggi solari.
In piscina, il cloro rischia di danneggiare i capelli inaridendoli ed aumentando l’effetto crespo dei capelli ricci. Prima di bagnarli, è bene proteggerli con olio di jojoba, olio di karitè o di mandorle. Una volta fuori dalla piscina, lavateli con uno shampoo delicato e utilizzate un balsamo che li nutra in profondità, possibilmente al collagene.
Dopo una prolungata esposizione al sole, nonostante le precauzioni prese, le punte potranno risultare leggermente danneggiate. E’ buona norma tagliarle di un centimetro alla fine della stagione estiva, in modo da avere una chioma sana e vitale.

Proprio come la pelle, anche i capelli rischiano di venire danneggiati da vento, sole, mare e piscina. Per questo devono essere protetti nel modo giusto prima, durante e dopo l’esposizione al sole. Utilizzate sempre prodotti adatti al vostro tipo di capello e se avete dubbi, rivolgetevi al vostro parrucchiere di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *